I progetti pomeridiani

maestra Michela

maestra Marina

maestra Elisa

maestra Elena

I progetti pomeridiani sono rivolti ai bambini medi e grandi,

che ogni giorno, dalle 14.00 alle 16.00, svolgono un'attività diversa.

Ecco il prospetto settimanale dei progetti di quest anno!

LUNEDI'

MARTEDI'

MERCOLEDI'

GIOVEDI'

VENERDI'

MEDI

GIOCO PER

CRESCERE

Giochiamo...

ASCOLTANDO

GRANDI

A come ARTE

 

“EMOZION-ARTE”

 

Il progetto “emozion-arte” nasce dal desiderio di avvicinare i bambini al mondo dell’arte. 

I bambini fin da piccoli, mostrano il bisogno di rappresentare graficamente emozioni, sentimenti, avvenimenti, situazioni desideri...come i grandi pittori, anche loro vogliono esternare e realizzare produzioni che testimoniano l’espressione di loro stessi favorendo il manifestarsi della propria creatività’ e fantasia. 

Disegnare mette infatti in comunicazione con sé stessi e con gli altri. Come dice un antico proverbio cinese “se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”. 

Per questo l’arte visiva non va solo raccontata a parole ma va sperimentata. 

Finalità: 

Ogni attività’ vorrà essere un momento espressivo personale autentico indubbiamente ricco. 

Con questo progetto si attiva un percorso di ricerca in cui la pittura, l’assemblaggio ed il colore 776puro (graffiato, sfumato, stampato, stropicciato, tagliato...) Porta alla costruzione di itinerari in cui la forma assume un aspetto del tutto secondario. I bambini sono stimolati a cercare di rappresentare qualcosa di personale andando al di la’ di una raffigurazione stereotipata. 

Questo percorso dentro e attorno all’arte ha come obiettivo di acquisire un concetto fondamentale: che ciascuno ha il diritto e la possibilità’ di esprimere in modo personale, originale e autonomo le proprie sensazioni (gioie, paure, idee, desideri) attraverso l’uso di altri linguaggi oltre la parola favorendo la libertà’ di espressione, la scoperta e la conoscenza da parte del bambino delle proprie emozioni e dei propri sentimenti e della propria individualità’ ed unicità’ 

 

Obiettivi: 

-Liberare il pensiero, aiutando a sviluppare forme di conoscenza multiple -promuovere una prima esperienza di educazione estetica -conoscere e lavorare i segni ed i colori in modo creativo -favorire l’avvicinamento all’arte attraverso il gioco -far vivere situazioni stimolanti per esprimere se stessi e le proprie emozioni -sperimentare tecniche, strumenti e approcci diversi di rappresentazione -sviluppare sicurezza nelle proprie capacità E potenzialità’(creative, espressive, manuali)

 

Soluzioni organizzative: 

Periodo di svolgimento

  • da ottobre a giugno 

Tempi

  • un'ora e mezza a settimana nel pomeriggio 

Spazi

  • aula o giardino 

Risorse materiali

  • libri d’arte, immagini, fogli, cartoncini, colori, forbici, colla, pennelli, materiali vari (anche di recupero) 

Risorse umane: 

  • bambini medi e grandi, maestra 

Metodologia: 

  • osservazione di immagini di opere d'arte selezionate dalla maestra

  • spiegazione e/o conversazione guidata con domande stimolo per commentare/analizzare le opere visionate 

  • momento laboratoriale: attività plastico pittorica inerente al tema trattato 

ATTIVITA': 

  • LE ORIGINI DELL’ARTE: ARTE RUPESTRE 

  • DAI GRAFFITI AL GRAFFITTISMO: K. HARING-BANKSY 

  • YAYOI KUSAMA 

  • ARCIMBOLDO 

  • VAN GOGH 

  • POLLOK 

  • PICASSO 

 

VERIFICA: 

Nel momento della spiegazione/conversazione e nella rielaborazione plastico- pittorica, attraverso l'osservazione e il dialogo, si verificano le capacità di ascolto e attenzione, le capacità di esprimere opinioni personali, la capacità di realizzare elaborati in maniera autonoma. 

OSSERVAZIONE: 

Durante lo svolgimento di tutta l'attività (spiegazione-conversazione, ed elaborato grafico) si osserva la capacità del bambino di ascoltare la spiegazione dell'insegnante, di intervenire in modo pertinente, di rielaborare graficamente in modo personale quanto richiesto, di utilizzare nel modo appropriato i materiali pittorici utili allo svolgimento dell'attività pratica. 

 

DOCUMENTAZIONE: 

  • -Per la scuola e le insegnanti: foto e osservazione

  • -Per i bambini: foto ed elaborati personali che verranno mandati a casa mensilmente (al termine di ogni argomento) 

  • -Per le famiglie: foto ed elaborati dei bambini

Le educazioni

 

I veloci mutamenti sociali e la consapevolezza della necessità di proporre e di mettere in pratica modalità di vita volte alla ricerca del bene individuale e comune hanno reso più articolato il concetto di educazione alla convivenza civile.

Ciascuno di noi appartiene ad una famiglia, la quale appartiene ad una comunità con la quale condivide storia, tradizioni, cultura e lingua; questa stessa comunità fa parte di un mondo più vasto che accomuna popoli diversi come appartenenti ad una stesa civiltà. Siamo tutti membri dell’umanità e quindi partecipi di un mondo senza confini politici, divisioni culturali, distinzioni linguistiche. Questa appartenenza delinea la nostra identità rendendoci riconoscibili gli uni agli altri.

Educare alla convivenza civile significa dunque responsabilizzare il bambino attraverso una presa di coscienza della propria condizione di “cittadino del mondo” per realizzare una progressiva capacità di autoregolamentare il proprio comportamento e di ciò che è legittimo fare, richiedere, ottenere, in quanto rispondente a bisogni inviolabili (diritti e doveri).

Il percorso di educazione alla convivenza civile mira alla maturazione integrale dell’individuo affinché diventi capace di assumere comportamenti corretti e responsabili e capire che per essere liberi e garantire libertà è necessario il rispetto per se stessi, per gli altri e per l’ambiente in cui viviamo.

Fa parte di questo progetto anche l’educazione alla sicurezza che si propone di insegnare ai bambini comportamenti sicuri per prevenire incidenti ed educarli a far fronte a situazioni di rischio e pericolo fin dalla scuola dell’infanzia.

Per questo il progetto sarà suddiviso in più argomenti (ed. alla cittadinanza, ed. alla sicurezza, ed. stradale, ed. alla salute, ed. alimentare) per raggiungere gli obiettivi descritti.

 

FINALITA’

·         Sviluppare il senso di appartenenza ad una comunità

·         Riconoscere diritti e doveri

·         Portare i bambini a riflettere su argomenti riguardanti i rischi a scuola, a casa, in strada

·         Essere consapevoli dei pericoli causati da comportamenti scorretti

·         Sapere come comportarsi in caso di emergenza

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: competenze sociali e civiche, senso di iniziativa e di imprenditorialità

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Il sé e l’altro:

  • Sviluppa il senso dell’identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti

  • Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia e della comunità e le mette a confronto con le altre

Il corpo e il movimento:

  • Matura condotte che gli consentono una buona autonomia

Immagini, suoni, colori:

  • Comunica, esprime emozioni, racconta utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente

I discorsi e le parole:

  • ascolta e comprende narrazioni, racconta, chiede e offre spiegazioni, usa il linguaggio per progettare attività e definirne le regole

La conoscenza del mondo:

  • individua posizioni di oggetti e persone nello spazio usando termini topologici; segue correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

  • Conoscere la funzione e l’utilizzo dei vari ambienti scolastici

  • Riconoscere comportamenti pericolosi in ambiti diversi

  • Sperimentare comportamenti corretti

  • Rispettare le regole

  • Usare il linguaggio per interagire con adulti e coetanei

  • Esplorare e d interagire con l’ambiente circostante

  • Formulare ipotesi e previsioni di eventi

 

Spazi: aula, salone, giardino, parco giochi, quartiere

Tempi: Da ottobre a giugno 

Risorse umane: gruppo dei bambini grandi, insegnante, polizia municipale, cuoca

Risorse materiali: materiale di facile consumo, schede, immagini, videocamera, pc, macchina fotografica,

Gruppi: medi e grandi

ATTIVITÀ

Il percorso privilegia le seguenti attività:

·         Attività di ascolto, osservazione, conversazioni

·         Memorizzazione di canti, poesie e filastrocche

·         Riproduzione grafica individuale o a piccoli gruppi

·         Drammatizzazione

·         Costruzione di materiali per le attività

·         Giochi di simulazione

·         Uscite sul territorio

Inglese

 

SEASON OF ENGLISH

 

UN VIAGGIO AVVENTUROSO NEL CALENDARIO BRITANNICO

Il progetto “Season of English” nasce dall’idea di far conoscere ai bambini un frammento delle culture anglofone, in questo caso della cultura inglese e americana. I bambini assieme alla mascotte (l’orsetto Teddy Bear), affronteranno avventure che li porteranno alla conoscenza delle festività proprie della cultura anglosassone e americana: narrazioni, giochi e attività motorie e creative li condurranno alla conoscenza di una cultura diversa  da quella italiana. L’itinerario educativo-didattico ha come obiettivo principale non solo la  conoscenza, ma lo stimolo della curiosità dei bambini sia dal punto di vista sociale e  culturale, sia dal punto di vista linguistico e di vocabolario.  

Competenze chiave europee:  

  • Comunicazione nella madrelingua  

  • Imparare ad imparare  

  • Consapevolezza ed espressione culturale  

Traguardi per lo sviluppo delle competenze:  

- Il sé e l’altro: Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini e  comincia a riconoscere la reciprocità di attenzione tra chi parla e chi ascolta.  

- Il corpo e il movimento: Prova piacere nel movimento e sperimenta schemi  posturali e motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo, anche con l’uso di  piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali all’interno della  scuola e all’aperto. 

- I discorsi e le parole: Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse,  riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la  fantasia.  

- I discorsi e le parole: Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti,  argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in differenti situazioni  comunicative.  

Obiettivi:  

  • Il bambino, pur non nella sua totalità, comprende la narrazione in inglese fornitagli  dall’insegnante tramite linguaggio verbale e corporeo.  

  • Il bambino viene a conoscenza di festività non proprie della nostra cultura italiana e  comprende il significato e l’importanza delle stesse.  

  • Si esprime in modo personale, con creatività e partecipazione, è sensibile alla  pluralità di culture, lingue, esperienze.  

Spazi: aula, salone, giardino, parco giochi, quartiere

Tempi: Da ottobre a giugno 

Risorse umane: gruppo dei bambini grandi, insegnante, polizia municipale, cuoca

Risorse materiali: materiale di facile consumo, schede, immagini, videocamera, pc, 

Gruppi: medi e grandi

 
 

Le storie

Il laboratorio delle storie “TANTE STORIE TANTI LIBRI” è pensato perché riteniamo la lettura strumento importante affinché il libro entri in modo piacevole e accattivante nella vita dei bambini. La condivisione di emozioni, di pensieri, di fantasie tra chi legge e chi ascolta è un momento di crescita del rapporto interpersonale e di creatività condivisa. La lettura offre la possibilità di capire la vita con il supporto  di racconti e di esperienze altrui e avere quindi più modi a disposizione per “leggere” il mondo, per capirlo e fronteggiarlo.

FINALITA’

“Creare occasioni per condividere il piacere della lettura vissuta insieme”

Il progetto vuole offrire ai bambini l’opportunità di scoprire attraverso la lettura, una finestra su altri mondi: quello della realtà e quello della fantasia, quello dei sogni e quello delle cose di ogni giorno.

OBIETTIVI

  • Far si che il bambino possa vedere il libro come un oggetto conosciuto ed amico grazie ad una lettura che favorisca il piacere dell’ascolto.

  • Creare momenti  di condivisione della storia sia in relazione all’ascolto  che alla sua rielaborazione.

  • Arricchire l’immaginazione del bambino attraverso l’offerta di molteplici situazioni che vanno a stimolare la creatività.

  • Arricchire le conoscenze linguistiche del bambino.

  • Permettere ai bambini l’identificazione con i personaggi della storia, favorendone il riconoscimento degli stati d’animo e delle emozioni.

  • Creare forme di dialogo tra i bambini e con l’adulto, che può avvicinarsi in maniera più empatica a loro, riconoscendone la fantasia, le paure, i desideri e le aspettative.

 

 PERIODO

Ottobre /giugno

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

  • TEMPI→ un’ora e mezza a settimana nel pomeriggio

  • SPAZI→ aula e giardino

  • RISORSE MATERIALI→ libri – fogli – cartoncini – colori – forbici – colla - materiali vari…

  • RISORSE UMANE→ bambini /maestra

  • GRUPPI→ medi e gradi

METODOLOGIA

  • Creazione dell’atmosfera magica d’ascolto

  • Lettura di vario tipo come per esempio racconti, lettura di album illustrati, lettura dialogica…

  • Momento laboratoriale: rappresentazione della storia o parte di essa

  • Rielaborazione e condivisione della storia

 ​​

ATTIVITA'

STORIA

  • da scegliere in itinere

ELABORATI

  • Libro tattile

  • Libro senza parole

  • Libro con le finestrelle

  • Libro a cartellone

  • Libro a fisarmonica

  • Libro a schermo

  • Libro con le pagine

  • Libro puzzle

  • Il mio libro personale

 

VERIFICA DI CONOSCENZE E ABILITA’

 

  • COSA SI VERIFICA

  • La capacità di ascolto e attenzione

  • La capacità di assumere ruoli diversi

  • La capacità di esprimere opinioni personali

  • La capacità di realizzare elaborati in maniera autonoma

  • COME SI EFFETTUA LA VERIFCA

  • Attraverso l’osservazione

  • Attraverso il dialogo

  • QUANDO SI EFFETTUA LA VERIFICA

  • Nel momento del racconto

  • Nella sua rielaborazione​

  • CHE COSA SI OSSERVA

  • L’attenzione del bambino durante il racconto

  • La capacità di intervenire nelle discussioni in modo pertinente

  • La capacità di organizzare in maniera autonoma il lavoro proposto per la rielaborazione

  • COME E QUANDO SI EFFETTUA L’OSSERVAZIONE

  • Durante tutto il racconto

  • Durante lo svolgimento dell’attività personale

 

VALUTAZIONE DEL PROGETTO

…….

DOCUMENTAZIONE

  • PER LA SCUOLA E LE INSEGNANTI

  • Osservazione

  • Foto

  • PER I BAMBINI

  • Foto

  • Elaborati personali

  • PER LE FAMIGLIE

  • Foto

  • Elaborati prodotti per la rappresentazione grafica delle varie storie

“AMICO RICICLO”

 

Il progetto sul riciclo nasce dall’idea di radicare nella cultura delle nuove generazioni la consapevolezza che l’ambiente è un bene fondamentale che va assolutamente tutelato. Il progetto mira a proporre ai bambini uno stile di vita nuovo, che consenta di superare consumi talvolta eccessivi di oggi, che ci portano a sprecare molto di quello che abbiamo.

Il buon senso e la consapevolezza dei problemi ambientali e di inquinamento ci devono suggerire una maggiore attenzione e rispetto delle regole, per la tutela del mondo e delle sue risorse: naturali, energetiche, vegetali, animali.

Affinché il bambino possa integrare i diversi aspetti della realtà risulta fondamentale aiutarlo a riflettere sui comportamenti corretti per la tutela dell'ambiente e delle sue risorse. 

L’itinerario educativo-didattico parte dalla naturale curiosità del bambino riguardo l’ambiente che lo circonda, attraverso l’esplorazione guidata e la continua scoperta, stimolando la creatività e la capacità di progettare e inventare nuove forme. 

Educare a far nascere una coscienza ecologica nei bambini diventa facile quando, attraverso il gioco e l’espressività si attivano percorsi semplici ma molto significativi che diventano, con l’abitudine, stili di vita. Nei materiali di scarto possono nascondersi beni preziosi e se impariamo ad educare il nostro sguardo a guardarli in maniera originale, divergente dal solito, possiamo esprimere, attraverso di essi la creatività, progettando e realizzando prodotti nati da materiali altrimenti destinati ad essere buttati via. 

 

OBIETTIVI

  • Percepire e discriminare diversi materiali

  • Saper distinguere tra elementi naturali e artificiali

  • Conoscere le principali risorse della natura e l'effetto dell'inquinamento su acqua, terra e aria

  • Intuire la responsabilità individuale nella salvaguardia dell’ambiente

  • Favorire il senso del rispetto di sé, degli altri, dell'ambiente e degli animali

  • Utilizzare i cinque sensi per conoscere la realtà circostante

  • Saper decodificare simboli relativi alla tutela ambientale ed alla raccolta differenziata

  • Stimolare la creatività attraverso il riutilizzo dei materiali di recupero

  • Sviluppare la capacità di esplorare la realtà e di interiorizzare le regole della vita quotidiana per assumere comportamenti sempre più responsabili

  • Stimolare la conoscenza del mondo attraverso la sperimentazione e l'esperienza diretta

  • Stimolare la curiosità

 

PERIODO

ottobre/giugno

 

SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

Tempi: due ore circa un giorno a settimana

Spazi: aula, giardino 

Risorse materiali: libri, fogli, cartoncini, colori, materiali di vario tipo anche provenienti dalla natura 

Risorse umane: bambini, maestra

Gruppi: medi e grandi

VERIFICA E OSSERVAZIONE DI CONOSCENZA E ABILITA'

che cosa si verifica:

  • la capacità di ascolto e attenzione

  • la capacità di rispetto dell'altro

  • la capacità di collaborazione

come si effettua la verifica:

  • attraverso l'osservazione

  • attraverso il dialogo

quando si effettua l'osservazione e la verifica

  • durante tutta l'attività

Riciclo, natura e scienze

 

 Tel. e fax 0432-42855 /   scuolasanmarcoudine@gmail.com   /  Scuola San Marco - Via M. Ortigara, 24 - 33100 Udine  /  P.IVA 01237120306

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • w-googleplus

© 2023 by ABC After School Programs - developed by GDA. All rights reserved.